Napredna pretraga

Pregled bibliografske jedinice broj: 979303

Prilog poznavanju nekih manje istraženih umjetnina iz crkve i samostana sv. Margarite u Pagu


Prijatelj Pavičić, Ivana
Prilog poznavanju nekih manje istraženih umjetnina iz crkve i samostana sv. Margarite u Pagu // Umjetnička baština paških benediktinki. Zbornik radovi povodom 700. obljetnice osnutka samostana sv. Margarite u Pagu / Granić, Miroslav (ur.).
Pag: Samostan benediktinki sv. Margarite, Pag, 2018. str. 105-151


Naslov
Prilog poznavanju nekih manje istraženih umjetnina iz crkve i samostana sv. Margarite u Pagu
(Contribution to the knowledge of some less researched artworks from the church and monastery of St. Margaret in the city of Pag)

Autori
Prijatelj Pavičić, Ivana

Vrsta, podvrsta i kategorija rada
Poglavlja u knjigama, stručni

Knjiga
Umjetnička baština paških benediktinki. Zbornik radovi povodom 700. obljetnice osnutka samostana sv. Margarite u Pagu

Urednik/ci
Granić, Miroslav

Izdavač
Samostan benediktinki sv. Margarite, Pag

Grad
Pag

Godina
2018

Raspon stranica
105-151

ISBN
978-953-7249-04-5

Ključne riječi
Crkva i samostan sv. Margarite u Pagu ; Franz von Defregger ; Bela Čikoš Sesija ; Leni Zigler Koschina ; Mila Wod
(Monastery of St. Margaret in the city of Pag ; Franz von Defregger ; Bela Čikoš Sesija ; Leni Zigler Koschina ; Mila Wod)

Sažetak
La chiesa e monastero delle monache benedettine nella citta' di Pago hanno una collezione di dipinti e statue del periodo del eta' moderna. Le opere d'arte di proprieta' delle monache di Pag sono di mediocre valore artistico e mostrano le caratteristiche stilistiche della pittura tardo barocca. Questo gruppo include due dipinti che rappresentano S. Antonio da Padova e S. Benedetto nella grotta, poi due dipinti in tela di S. Girolamo e la Vergine con risto, S. Benedetto e S. Antonio da Padova. Per alcuni quadri di questa collezione, come l'Ecce Homo e la Vergine con il Bambino che mostrano la maniera barocca dell'autore, o a volte, le caratteristiche del tardo Rinascimento, e' difficile solo in virtu' dei tratti di stile, determinare se sono stati dipinti nel tardo XVIII o XIX secolo, quando i pittori accademici si appoggiavano su precedenti modelli stilistici. Un dipinto rappresentante Gesu davanti a Caifa e Anna, che ha atratto l'attenzione dei ricercatori croati e stranieri, deriva da una rappresentazione grafica recentemente analizzata e valorizzata su una dettagliata analisi dello storico dell'arte Sanja Cvetnić. La Sacra Famiglia in formato miniatura, un'opera ddell'importante pittore bavarese Franz von Defregger, come in seguito presta particolare attanzione sull'importante dipinto del 1884 firmato dal pittore croato Bela Čikoš Sesija, che va sotto il nome di "L'arrivo dei Croati". L'analisi iconografica di questa opera dimpstra che Čikoš aveva il compito di dipingere un motivo dal momento dell'insediamento degli Slavi nella loro patria. Varie leggende sulla mitologica origine degli Slavi includono il motivo della loro caccia al falco, ma nessuno finora aveva registrato la leggenda di immigrazione dei fratelli croati con le sorelle in Croazia in un nuovo aspetto storico-artistico. Di opere risalenti al XX secolo, l'autore si occupa di tre opere d'arte: una pala d'altare con la raffigurazione di S. benedetto e S. Scolastica nell'omonimo altare, opera della pittrice viennese Leni Zgiler Koschina e due sculture, una di S. Benedetto e l'altra di S. Scolastica, finora inedite, eseguite in gesso, sono opere della famosa scultirce Mila Wod (Ludmila Wodsedalek).

Izvorni jezik
Hrvatski

Znanstvena područja
Povijest umjetnosti



POVEZANOST RADA


Ustanove
Filozofski fakultet u Splitu

Autor s matičnim brojem:
Ivana Prijatelj-Pavičić, (171125)