Napredna pretraga

Pregled bibliografske jedinice broj: 833002

Traduzione della terminologia musicale: nomi italiani degli strumenti musicali e i loro equivalenti croati.


Ljubičić, Maslina; Kiš Žuvela, Sanja
Traduzione della terminologia musicale: nomi italiani degli strumenti musicali e i loro equivalenti croati. // Studi filologici e interculturali tra traduzione e plurilinguismo / Scotti Jurić, Rita ; Poropat Jeletić, Nada ; Matticchio, Isabella (ur.).
Roma: Aracne Editrice, 2016. str. 353-380 (predavanje, međunarodna recenzija, znanstveni)


Naslov
Traduzione della terminologia musicale: nomi italiani degli strumenti musicali e i loro equivalenti croati.
(Translation of musical terminology: Italian names for musical instruments and their Croatian equivalents)

Autori
Ljubičić, Maslina ; Kiš Žuvela, Sanja

Vrsta, podvrsta i kategorija rada
Radovi u zbornicima skupova, cjeloviti rad (in extenso), znanstveni

Izvornik
Studi filologici e interculturali tra traduzione e plurilinguismo / Scotti Jurić, Rita ; Poropat Jeletić, Nada ; Matticchio, Isabella - Roma : Aracne Editrice, 2016, 353-380

ISBN
978-88-548-9769-4

Skup
Traduzione e plurilinguismo / Prevođenje i višejezičnost

Mjesto i datum
Pula, Hrvatska, 03-04.07.2015.

Ključne riječi
Strumenti musicali ; italiano ; croato ; equivalenti ; lingua donatrice
(Musical instruments ; Italian ; Croatian ; equivalents ; giving language)

Sažetak
Lo scopo di questo lavoro è di analizzare gli equivalenti dei nomi italiani degli strumenti musicali nonché dei loro suonatori. Sono prese in esame le denominazioni degli strumenti e degli strumentisti d’orchestra comuni. Sebbene si tratti prevalentemente di nomi internazionali, in alcuni casi in croato troviamo lessemi di origine croata (ad es., rog ’corno’, bubanj ‘tamburo’). Un tipo particolare di parola composta (parola macedonia) è rappresentato dalla voce glasovir, formata dalla fusione delle parole glas ’voce’ e (kla)vir ’pianoforte’. È sinonima del tedeschismo croato klavir (< ted. Klavier) e dell’italianismo regionale croato pijano (< it. piano, forma abbreviata di pianoforte). Nella ricerca si presta attenzione alla lingua donatrice dei termini musicali (etimologia prossima), che chiarisce alcune divergenze formali tra le denominazioni italiane e quelle croate dello stesso etimo (ad es., it. arpa— cro. harfa < ted. Harfe) e soprattutto il genere grammaticale diverso (ad es., it. oboe m.—cro. oboa f. < ted. Oboe f.). Infine sono esaminate le equivalenze italiano– croate dei nomi dei suonatori degli strumenti musicali. L’analisi contrastiva si conclude con alcune proposte di scelte nei casi in cui in croato esistono oscillazioni nell’uso dei prestiti, dei derivati ibridi e dei derivati croati (cfr. it. cornista — cro. kornist, hornist, rogist, rogaˇc, rogaš). L’articolo è illustrato da due tabelle: la prima, relativa ai nomi degli strumenti musicali (in italiano, croato, latino, francese, tedesco, inglese e russo) ; la seconda, inerente i nomi degli strumenti e dei loro suonatori (in taliano e in croato).

Vrsta sudjelovanja
Predavanje

Vrsta recenzije
Međunarodna recenzija

Projekt / tema
HRZZ-IP-2013-11-5355 - Problemi temeljnoga suvremenog glazbenog nazivlja u Hrvatskoj (Nikša Gligo)

Izvorni jezik
ITA

Znanstvena područja
Filologija

Ustanove
Filozofski fakultet, Zagreb,
Muzička akademija, Zagreb,
Filozofski fakultet u Splitu