Napredna pretraga

Pregled bibliografske jedinice broj: 677150

"Cum ad Urbem causa peregrinationis et alias quamplures concurrant de partibus Vngarie et Sclauonie laici et alii vtriusque sexus christiani...": communita della nazione croata nella Roma del Quattrocento"


Neralić, Jadranka
"Cum ad Urbem causa peregrinationis et alias quamplures concurrant de partibus Vngarie et Sclauonie laici et alii vtriusque sexus christiani...": communita della nazione croata nella Roma del Quattrocento" // Historia Triplex: I modelli e le fonti del patriottismo ungherese e croato. Convegno internazionale
Rim, Italija, 2013. (predavanje, nije recenziran, neobjavljeni rad, ostalo)


Naslov
"Cum ad Urbem causa peregrinationis et alias quamplures concurrant de partibus Vngarie et Sclauonie laici et alii vtriusque sexus christiani...": communita della nazione croata nella Roma del Quattrocento"
("Cum ad Urbem causa peregrinationis et alias quamplures concurrant de partibus Vngarie et Sclauonie laici et alii vtriusque sexus christiani...": Croatian nation community in the 15th century Rome")

Autori
Neralić, Jadranka

Vrsta, podvrsta i kategorija rada
Sažeci sa skupova, neobjavljeni rad, ostalo

Skup
Historia Triplex: I modelli e le fonti del patriottismo ungherese e croato. Convegno internazionale

Mjesto i datum
Rim, Italija, 22. 11. 2013

Vrsta sudjelovanja
Predavanje

Vrsta recenzije
Nije recenziran

Ključne riječi
Roma nel Quattrocento; pelegrinaggio; communità croata; chiesa nazionale;
(15th century Rome; pilgrimage; Croatian nation community; croatian national church;)

Sažetak
Già dai primi decenni del Quattrocento, con il ritorno della Curia nella città, si era formata anche una piccola communitò di nazione croata. All'inizio erano concentrati nella zona di San Pietro. Verso la metà del secolo, si era formata anche una piccola confraternita con l'ospizio che dovevano aiutare i pellegrini in difficoltà, in particolare quelli che si recavano in città durante l'anno Santo 1450. Alcuni dei personaggi di questa communità che hanno contribuito alla crescita della confraternita (il traurino Fantino della Valle, la regina Katerina Kosaca della Bosnia, Giovanni Dalmata - scultore che lavoro per il papa Paolo II e suo nipote, cardinale Marco Barbo, e altri meno noti) sono analizzati in questo testo, come anche il gruppo dei cittadini di Trogir che per poter compiere il pellegrinaggio a Roma nel 1450 hanno fatto i loro testamenti, registrati dal notaio Francesco da Viviano.

Izvorni jezik
Ita

Znanstvena područja
Povijest



POVEZANOST RADA


Projekt / tema
019-0190610-0588 - Crkveno-kulturna povijest hrvatskog srednjovjekovlja (Jadranka Neralić, )

Ustanove
Hrvatski institut za povijest, Zagreb

Autor s matičnim brojem:
Jadranka Neralić, (127411)