Pretražite po imenu i prezimenu autora, mentora, urednika, prevoditelja

Napredna pretraga

Pregled bibliografske jedinice broj: 651400

Due salteri veneziani quattrocenteschi a Ragusa


Jakšić, Nikola
Due salteri veneziani quattrocenteschi a Ragusa // Letteratura, arte, cultura tra le due sponde dell'Adriatico III / Balić Nižić, Nedeljka ; Borsetto, Luciana ; Jusup Magazin, Andrijana (ur.).
Zadar: Sveučilište u Zadru, 2013. str. 377-426


Naslov
Due salteri veneziani quattrocenteschi a Ragusa
(Two venetians 15th Century Psalters in Dubrovnik)

Autori
Jakšić, Nikola

Vrsta, podvrsta i kategorija rada
Poglavlja u knjigama, znanstveni

Knjiga
Letteratura, arte, cultura tra le due sponde dell'Adriatico III

Urednik/ci
Balić Nižić, Nedeljka ; Borsetto, Luciana ; Jusup Magazin, Andrijana

Izdavač
Sveučilište u Zadru

Grad
Zadar

Godina
2013

Raspon stranica
377-426

ISBN
978-953-331-021-3

Ključne riječi
Frati minori, Ragusa, salterio, quattrocento, miniatura
(Franciscan monastery at Dubrovnik, Psalters, 15th cenury, miniatures)

Sažetak
L’autore presenta l’analisi di due salteri quattrocenteschi conservati nel convento francescano a Ragusa (Dubrovnik). Il primo è un corale feriale (de feria), e l’altro invece riservato per le occasioni più soleni (de dominica). I salteri furono riccamente decorati da capilettera miniati, però quelli più preziosi, che contenevano rappresentazioni figurative nel volume de feria in un certo momento furono strappati, per cui nel XVIII o nel XIX secolo un miniatore-restauratore rattoppò la pergamena e disegnò le nuove iniziali. Nel salterio le miniature seguivano la struttura della settimana liturgica, così che ogni miniatura accompagnava l’iniziale del nuovo giorno, dal lunedì alla domenica. Il libro de feria viene analizzato dettagliatamente dall’autore che accenna ad ogni salmo ed inno, correggendo numerosi errori riscontrate nelle analisi precedenti del testo. Nel suo explicit si legge che fu disteso nel 1490 nel convento di Santa Maria Gratiarum a Venezia. L’autore conclude che ambedue i salteri giunsero a Ragusa dopo il grande terremoto del 1667, perché proprio allora (1668) fu soppresso il convento veneziano a cui i codici originariamente appartenevano ; pertanto i salteri furono regalati a Ragusa dato che i preziosi codici corali francescani di Ragusa erano stati distrutti nell’incendio.

Izvorni jezik
Ita

Znanstvena područja
Povijest umjetnosti



POVEZANOST RADA


Projekt / tema
269-1300623-2681 - Umjetnička baština Jadrana od kasne antike do romanike (Nikola Jakšić, )

Ustanove
Sveučilište u Zadru

Profili:

Avatar Url Nikola Jakšić (autor)

Citiraj ovu publikaciju

Jakšić, Nikola
Due salteri veneziani quattrocenteschi a Ragusa // Letteratura, arte, cultura tra le due sponde dell'Adriatico III / Balić Nižić, Nedeljka ; Borsetto, Luciana ; Jusup Magazin, Andrijana (ur.).
Zadar: Sveučilište u Zadru, 2013. str. 377-426
Jakšić, N. (2013) Due salteri veneziani quattrocenteschi a Ragusa. U: Balić Nižić, N., Borsetto, L. & Jusup Magazin, A. (ur.) Letteratura, arte, cultura tra le due sponde dell'Adriatico III. Zadar, Sveučilište u Zadru, str. 377-426.
@inbook{inbook, author = {Jak\v{s}i\'{c}, N.}, year = {2013}, pages = {377-426}, keywords = {Franciscan monastery at Dubrovnik, Psalters, 15th cenury, miniatures}, isbn = {978-953-331-021-3}, title = {Two venetians 15th Century Psalters in Dubrovnik}, keyword = {Franciscan monastery at Dubrovnik, Psalters, 15th cenury, miniatures}, publisher = {Sveu\v{c}ili\v{s}te u Zadru}, publisherplace = {Zadar} }