Napredna pretraga

Pregled bibliografske jedinice broj: 1012124

Violazione dei diritti della personalità - la competenza giurisdizionale dopo la sentenza Bolagsupplysningen


Vrbljanac, Danijela
Violazione dei diritti della personalità - la competenza giurisdizionale dopo la sentenza Bolagsupplysningen // Giornata di studio del Nord Adriatico – temi giuridici di attualità / / (ur.).
Rijeka: Pravni fakultet u Rijeci, 2019. str. 20-20 (pozvano predavanje, međunarodna recenzija, sažetak, znanstveni)


Naslov
Violazione dei diritti della personalità - la competenza giurisdizionale dopo la sentenza Bolagsupplysningen

Autori
Vrbljanac, Danijela

Vrsta, podvrsta i kategorija rada
Sažeci sa skupova, sažetak, znanstveni

Izvornik
Giornata di studio del Nord Adriatico – temi giuridici di attualità / - Rijeka : Pravni fakultet u Rijeci, 2019, 20-20

Skup
Giornata di studio del Nord Adriatico – temi giuridici di attualità

Mjesto i datum
Rijeka, Hrvatska, 4.7.2019

Vrsta sudjelovanja
Pozvano predavanje

Vrsta recenzije
Međunarodna recenzija

Ključne riječi
Competenza internazionale ; diritti della personalità ; internet ; Regolamento Bruxelles I bis
(Brussels I bis regulation ; international jurisdiction ; internet ; personality rights)

Sažetak
Il rapido progresso tecnologico rappresenta una sfida per le regole sulla competenza giurisdizionale che sono state formulate prima dell’era di Internet. Una di queste regole è la competenza in materia di illeciti civili dolosi o colposi (articolo 7, paragrafo 2) del Regolamento Bruxelles I bis (ex articolo 5, paragrafo 3 del Regolamento Bruxelles I). Lo scopo della presentazione è analizzare la giurisprudenza della Corte di giustizia dell'Unione europea (CGUE) in cui la CGUE ha adattato la suddetta regola alla rete. Nelle cause riunite eDate Advertising e Olivier Martinez, la CGUE ha avuto la possibilità di interpretare l'applicazione della regola di Bruxelles I sulla competenza internazionale in materie extracontrattuali derivanti dalla lesione dei diritti della personalità di una persona fisica su internet. La CGUE ha disposto che la persona che si ritiene lesa ha la facoltà di esperire un’azione di risarcimento, per la totalità del danno cagionato, o dinanzi ai giudici dello Stato membro del luogo di stabilimento del soggetto che ha emesso tali contenuti, o dinanzi ai giudici dello Stato membro in cui si trova il proprio centro d’interessi. Quest'ultimo criterio viene introdotto come risposta all'ubiquità e alla gravità delle violazioni dei diritti della personalità su Internet. Il danneggiato può anche decidere di avviare un’azione di risarcimento del danno dinanzi ai giudici in ciascuno Stato membro sul cui territorio l’informazione messa in rete sia accessibile oppure lo sia stata, ma in tal caso, ciascun giudice è competente solo rispetto al danno causato sul territorio dello Stato in cui egli si trova. Tuttavia, Bolagsupplysningen, una sentenza più recente, ha limitato queste opzioni giurisdizionali nei casi che riguardano i diritti della personalità della persona giuridica. Particolare enfasi sarà posta sulla questione della compatibilità della sentenza Bolagsupplysningen con la giurisprudenza esistente.

Izvorni jezik
Ita

Znanstvena područja
Pravo



POVEZANOST RADA